Era inutile continuare a vendere il latte

“ Sono Alessandro Martini e ho 33 anni, ho fatto l’Agraria, ho fatto un’annata a casa, ho provato a fare un po’ il muratore, poi mio padre è andato in pensione e quindi ho lasciato stare il lavoro e sono venuto su.
Già i nonni allevavano pecore, poi mio padre ha iniziato ad allevare mucche e vendeva il latte.

Io ho iniziato nel 2009, ho venduto qualche anno il latte, lo vendevamo a qualche caseificio, poi quando non ti davano più niente, ho deciso nel 2015 di fare il formaggio.

Come razza di mucca in questo momento abbiamo mucca piemontese, alpine e qualche pezzata rossa sempre per mungere. Ho una cinquantina di mucche.
Il terreno che abbiamo è tutto in affitto, partiamo dalla borgata dove viviamo e si va su, piano piano, da 1200 a 2200 m di altitudine.

Il pascolo comincia dagli ultimi di aprile, i primi di maggio, dipende dalle annate e va fino che non nevica, a volte ai primi di dicembre, a volte a metà novembre.
Nel periodo in cui non pascolano le mucche vengono alimentate con fieno che facciamo d’estate più una parte che devo comprare in bassa valle.

Ho più soddisfazioni di prima però è fatica, è un lavoro da essere almeno in due e non da solo, ma per adesso l’economia per essere in due non c’è ancora. ”

🧀 Su www.agrispesa.it puoi trovare il burro e il Nostrale di Alessandro.
Puoi sceglierli con la spesa Scegli tu o aggiungerli alla spesa Facciamo noi.

#agrispesa #agricolturacontadina #agricolturasostenibile #cibobuono #cibosano #spesaacasa #spesaadomicilio #spesaintelligente 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: