Trifulot del bür

Il Trifulòt del bür è una varietà precoce di patataci racconta Mauro – tipica della zona di Moncalieri e di altri comuni e vallate nei dintorni di Torino. Localmente, il Trifulòt chiamato anche “ratìn”, topolino, per la sua forma caratteristica. Io ho ricominciato a coltivare questa patata da 7 anni. La semina avviene a febbraio, tradizionalmente nel periodo del Carnevale, mentre la raccolta tra maggio e giugno. Per il resto la tecnica colturale è la medesima delle altre varietà di patate, anche se la resa è nettamente inferiore. I Trifulòt sono a pasta gialla, di forma allungata e di piccole dimensioni. Sono molto più dolci rispetto alle altre varietà di patate e la buccia si toglie sfregando i piccoli tuberi tra le mani. I Trifulòt sono utilizzati per la cottura, generalmente interi, o, al massimo, tagliati a metà, passati al forno o in padella con un po’ di burro per accompagnare carni bianche o rosse, in umido, come ingrediente di minestre di verdura. Sono tenere pur essendo più dense delle altre patate ed assorbono il sapore del burro o degli altri condimenti in maniera eccezionale.”

Una risposta a "Trifulot del bür"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: